Browsing All Posts filed under »xilografia«

combo

aprile 26, 2017

0

 [file: http://andreapes.com/227_707_pro_824.php] tempo fa mi venne in mente un’idea per un muro e nonostante abbia trovato in mauro e francesca le persone che (entusiaste?!?) metteranno a disposizione quello di casa propria il tempo non è ancora proprizio. non anticipo niente di più ma quell’idea (da ora in avanti cassandra per semplicità) continuava a torturarmi qualsiasi […]

la caduta di casa usher

dicembre 5, 2016

0

[file: http://andreapes.com/227_706_pro_821.php] il progetto chigula dal claim impulsi creativi tra un libro e l’altro è una compagnia di artisti diversi che nello spazio della libreria MP di macomer, si propongono di generare sprazzi di scintille e incendiare così il panorama artistico del circondario. per l’inaugurazione ufficiale del progetto ognuno di noi ha creato una o […]

la serratura nascosta

luglio 26, 2016

0

[file: http://andreapes.com/227_706_pro_814.php] cinque chiavi diverse per aprire una porta chiusa dall’interno e la cui serratura in questo mondo non esiste ma è nascosta in ogni luogo. per rendere visibile tale serratura sovrapponi la testa delle chiavi seguendo l’ordine degli iniziati, avendo cura di ricreare la perfezione di un cerchio. lo spazio così delineato diverrà il […]

ingiustiziato

maggio 10, 2016

0

[file: http://andreapes.com/227_706_pro_809.php] la grossa chiave era ancora dentro la serratura. quando la ruotarono si avvertì uno stridio crescente culminare poi nello scatto sordo del meccanismo. come un osso che s’incrina e si spezza di schianto. il rumore si propagò nel silenzio come l’onda d’urto di un’esplosione atomica e svanì lontano, da qualche parte nel corridoio. […]

immagine latente

aprile 5, 2016

0

[file: http://andreapes.com/227_706_pro_805.php] il mio amico angelo felicetti che si diletta col le parole, una volta mi disse che il mio modo di raccontare e di scrivere ha origine da illustrazioni mentali. non ci avevo mai pensato. forse per colpa della routine. è come quando si percorre sempre una solita strada: l’abitudine genera improvvisamente un enorme […]